MENU
sede rimani
COPYRIGHT 2023 © Rimani Srl, ALL RIGHTS RESERVED.

Le news

Notizie, novità ed eventi dal mondo RImani
Palazzo Doria d'Angri a Napoli

Palazzo Doria d’Angri a Napoli

Rimani ha collaborato al progetto di illuminazione della facciata di Palazzo Doria d’Angri, un edificio di grande valore storico e architettonico situato nel cuore di Napoli. 

Questo palazzo, caratterizzato da uno stile tardo barocco e neoclassico, si trova in un’area ad alto traffico veicolare e ciclo-pedonale, soggetta a un’illuminazione pubblica invadente al sodio, che emette una luce giallo-marrone, e a una privata, proveniente dalle attività commerciali circostanti, con sorgenti LED di qualità e colorazioni eterogenee.


Il nostro intervento è stato studiato per integrarsi armoniosamente con il contesto esistente senza sovrapporsi ad esso in maniera troppo evidente. Abbiamo optato per un’illuminazione morbida e discreta lungo le facciate laterali dell’edificio, le aree maggiormente influenzate dall’illuminazione pubblica. Questa scelta ha permesso di mitigare l’impatto visivo della luce pubblica esistente, mantenendo al contempo la dignità estetica del palazzo.

Per il fronte principale, che si affaccia sulla vivace Piazza Sette Settembre, abbiamo selezionato pochi ma significativi elementi di illuminazione. Questi “segni luminosi” sono stati progettati per connotare la facciata in modo elegante e raffinato, creando un equilibrio tra la variegata illuminazione della piazza e l’importanza storica dell’edificio.

 

Per questi intenti così ambiziosi, si sono rivelati preziosi due prodotti in particolare: Rain e Longitudinal.

 

Il risultato è un’illuminazione che rispetta e valorizza il patrimonio architettonico di Palazzo Doria d’Angri, conferendo al tempo stesso un aspetto contemporaneo e accogliente. Siamo orgogliosi di aver contribuito alla valorizzazione di uno dei gioielli architettonici di Napoli, dimostrando ancora una volta l’impegno di Rimani nella realizzazione di progetti che uniscono innovazione e rispetto per la storia. 

Articoli collegati
autore

Redazione

Categorie
Archivio
Seguici